SEZIONE “EXPO 2015 – NUTRIRE IL PIANETA”

“E’ possibile assicurare a tutta l’umanità un’alimentazione buona, sana, sufficiente e sostenibile?”

Questa è la grande domanda che il mondo si pone attraverso Expo 2015 – che ha il significativo sottotitolo “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita” - con l'obiettivo di individuare nuovi modelli di sviluppo per contribuire a salvaguardare e al contempo a nutrire il nostro pianeta, di cui da tempo stiamo consumando le risorse senza che la natura abbia il tempo di rigenerarle. Le tecniche di coltivazione, l’allevamento e la trasformazione degli alimenti sono alcuni dei focus su cui si concentra la riflessione che ruota intorno a Expo 2015, aspetti che contribuiscono a plasmare la forma del territorio e che portano all’attenzione globale il tema del paesaggio rurale, patrimonio culturale dell’umanità di cui oggi sembra essersi perso il valore.

I LUOGHI VOTATI

Questo importante tema è stato accolto dagli italiani che all’interno della sezione Expo-Nutrire il pianeta hanno segnalato ben 1982 luoghi. Non solo aree agricole e naturali ma anche mulini, cascine, fattorie, terrazzamenti e saline.

IL VINCITORE

Al primo posto troviamo un luogo di straordinario fascino, legato da secoli alla produzione alimentare:

LE SALINE DI MARSALA E LA LAGUNA LO STAGNONE, la Riserva naturale comprende l’insenatura che dalla città di Marsala arriva alla foce del fiume Birgi. La laguna, con le sue isolette verdi, i canneti, i mulini a vento, le bianche dune di sale, le tegole rosse stagliate contro l’azzurro del cielo e del mare, comprende piccole isole tra cui Mozia, un importante centro cartaginese, con resti archeologici. E’ caratterizzata dalla presenza delle bellissime saline, vasche artificiali per l’estrazione del sale, create sulla costa in tempi antichissimi, con metodi che risalgono alla civiltà fenicia e ancora funzionanti: qui una speciale combinazione di sole, correnti marine, acqua e vento crea un sale marino pregiatissimo.

In occasione dell’annuncio dei risultati del censimento 2014, il FAI e Intesa Sanpaolo presentano “Most Beloved Italian Places”, un progetto di comunicazione realizzato in collaborazione con Expo Milano 2015 con l’obiettivo di valorizzare sui Social Media il patrimonio culturale e paesaggistico italiano.

Ville, castelli, boschi, monasteri, spiagge: a partire dal 18 febbraio, sui canali ufficiali di FAI e Expo Milano 2015, un viaggio fotografico lungo tutta la Penisola accompagnerà la community attraverso i tesori selezionati dai tanti cittadini che, dal 2003 a oggi, hanno preso parte con le loro segnalazioni al censimento.

Il progetto, che vivrà su un minisito dedicato su piattaforma Tumblr, va ad aggiungersi al già ben avviato progetto di Social Media Expo 2015, che include altre iniziative di successo.