Linee Guida per la selezione degli interventi 2017

FAI e Intesa Sanpaolo oltre a intervenire a favore dei primi tre classificati nazionali e del luogo più votato presso le filiali Intesa Sanpaolo, presentano le

Linee Guida per la selezione degli interventi a favore dei luoghi votati alla VIII edizione del censimento

per dare l’opportunità a tanti altri luoghi di accedere – nel rispetto di alcuni requisiti fondamentali – a un possibile intervento da parte dei Luoghi del Cuore.

Lo spirito partecipativo che anima il censimento si rinnova così ulteriormente, sensibilizzando la società civile e le istituzioni sul valore del patrimonio storico, artistico e naturalistico italiano, invitandoli ad attivarsi e agire concretamente in suo favore e creando circuiti virtuosi dove l'unione delle forze e la sinergia sul territorio risulta l'elemento decisivo per la realizzazione di progetti concreti. Il progetto rappresenta infatti un motore, una miccia in grado di innescare processi insperati e di ottenere risultati che a volte ribaltano letteralmente il destino di un luogo.

Per tutti gli interessati è possibile scaricare e compilare i documenti di seguito a questa pagina.

Perchè le Linee Guida?

Nel 2012 a seguito della grande partecipazione registrata alla sesta edizione del censimento, FAI e Intesa Sanpaolo hanno introdotto, in collaborazione con il MiBACT, il Ministero per i Beni e le Attività Culturali e del Turismo, un nuovo meccanismo di selezione degli interventi per dare la possibilità a tutti i luoghi che avevano raggiunto una soglia minima di voti di presentare una specifica domanda per beneficiare di un intervento da parte della Fondazione.

Come funziona?

Si tratta di un invito rivolto a tutti i luoghi - da quest’anno la soglia di accesso sono almeno 1.500 voti - per richiedere un intervento, con la condizione che vi siano un preciso programma di azione e certezze sui primi finanziamenti. L’intervento dovrà rientrare in una di queste tipologie:

- Intervento di recupero/ restauro / riqualificazione a fronte della presentazione di un progetto o di un lotto di progetto
- Iniziativa di promozione/valorizzazione
- Istruttoria presso gli Enti di Tutela per apposizione vincoli o richiesta di verifica di progetti ritenuti lesivi del Luogo del Cuore

 I progetti ricevuti saranno valutati da FAI e Intesa Sanpaolo in collaborazione con i Segretariati regionali del MiBACT.

Chi può partecipare?

Tutti i proprietari, i concessionari, gli affidatari o i portatori di interesse dei luoghi, a condizione che producano un accordo ufficiale con la proprietà, che abbiano superato i 1.500 voti, secondo la classifica ufficiale presente su questo sito (link alla pagina di classifica). Inoltre i soggetti devono essere senza scopo di lucro.

Tempi e Modalità

Le Linee Guida saranno attive dall’11 aprile al 21 giugno 2017.

I documenti necessari sono scaricabili in questa pagina e andranno compilati insieme agli allegati richiesti, sia in formato digitale (la email non dovrà superare i 3 MB) che in quello cartaceo (FAI – Fondo Ambiente Italiano, all’attenzione dell’Ufficio I Luoghi del Cuore, via Carlo Foldi 2, 20135, Milano). Per l’invio cartaceo farà fede il timbro postale. Il modulo di richiesta intervento e tutti gli allegati richiesti dovranno essere inviati per email in formato PDF all’ indirizzo PEC indicato all’interno delle Linee Guida. Il FAI invierà una ricevuta in formato elettronico, oltre l’eventuale conferma di lettura, quale attestazione della ricezione della documentazione, senza che questa equivalga a una conferma della sua esaustività.

Quando avverrà l'annuncio dei luoghi selezionati?

L’elenco dei luoghi selezionati sarà pubblicato sul sito de I Luoghi del Cuore entro novembre 2017. I luoghi scelti beneficeranno di un contributo da parte della Fondazione e di Intesa Sanpaolo.

DOWNLOAD DEI MATERIALI
Linee Guida 2017
Modulo Richiesta Intervento Tipologia 1-2
Modulo Richiesta Intervento Tipologia 3
Attestazione Partnership 2017
FAQ Linee Guida

Cos'è successo nel 2015?

La precedente edizione delle Linee Guida ha riscontrato un enorme successo: 257 i luoghi coinvolti, 103 richieste pervenute in 15 diverse Regioni. Comuni, Province, Comitati, Associazioni Fondazioni e Soprintendenze hanno accolto l’invito e si sono attivati rinnovando lo spirito partecipativo che anima l’iniziativa creando sinergie sul territorio per agire concretamente a favore di quei beni così amati dai cittadini. 19 sono stati i luoghi scelti dalla commissione interna e attualmente interessati da un intervento a cui si sono aggiunti gli interventi varati per i primi tre classificati e per il luogo vincitore della sezione speciale Expo presentata in occasione del censimento 2014.