CHIESA DI SAN DOMENICO

Trani (BT)

-
Voti Totali
-
Voti Online
Segnala ad un amico
Aggiungilo alla tua
mappa delle Emozioni

Scheda completa
al 100%

Dettagli Luogo
Comune
Trani
Provincia
BT
Regione
Puglia
Tipologia
CHIESA

«Trani possiede un considerevole patrimonio architettonico, espressione del suo passato illustre. Tuttavia, come spesso avviene in Italia, ci sono beni storici abbandonati al degrado per incuria, ignoranza, assenza di progettualità e, soprattutto, risorse economiche». Così Don Mimmo De Toma, rettore della chiesa di San Domenico, oltre che vicario episcopale di Trani e parroco di Santa Maria del Pozzo. Ledificio religioso, da tempo, soffre dei problemi legati alla sua scarsa manutenzione. Di proprietà comunale, ha bisogno di urgenti restauri, soprattutto con riferimento alla facciata prospiciente il mare, quella adiacente la villa comunale, da cui tra l'altro è stata asportata, per lavori urgenti, una delle finestre che rischiavano di precipitare nella stessa chiesa o all'esterno, lungo il viale laterale che costeggia la parete esterna della chiesa. I problemi sono anche legati ad infiltrazioni, sempre sul lato villa, e, di conseguenza, di profonda usura di tele storiche che andrebbero urgentemente restaurate. Da verificare, anche, l'impianto elettrico, che sembrerebbe non del tutto a norma. La chiesa di San Domenico, quando è aperta, è meta di tantissimi turisti ed è risultata la seconda più visitata dopo la cattedrale in città, a conferma del fatto che, potenzialmente, è un bene di attrazione turistica di importantissimo spessore. Oltretutto, è anche centro di Sindonologia e contiene due copie in dimensioni reali della Sacra sindone, una in bianco e nero e laltra a colori. Costruita nel 1763 sull'area ricavata dalla demolizione della chiesa di Santa Croce, ha urgente necessità di restauro per i tanti danni ormai presenti alle strutture murarie ed alle importanti opere pittoriche. Il complesso monumentale comprende il campanile romanico, ancora integro, e l'adiacente ex convento, da tempo adibito a carcere femminile, che contiene al suo interno un bellissimo chiostro ed una cappella del 1300, da sempre preclusa alla vista dei più. La salvaguardia di tutto questo costituirebbe un grandissimo e prestigioso contenitore religioso e culturale che, vista la vicinanza con luoghi turistici già apprezzati come il porto e la villa comunale, accrescerebbe la bellezza e fruibilità della nostra città, con evidenti vantaggi economici. Secondo Don Mimmo, «unazione sinergica tra Comune e cittadini potrebbe dare impulso ad una progettualità, quantunque lunga e difficile. Il Comune di Trani dovrebbe progettare, con il Ministero di grazia e giustizia, il trasferimento del carcere femminile in altra sede, anche sfruttando i finanziamenti del Piano carceri che già sta interessando anche gli istituti penitenziari di Trani». Ed ecco, allora, lidea di una stimolante scorciatoia, per percorrere la quale, però, serve il contributo dellintera comunità locale. Loccasione viene da «I luoghi del cuore», al campagna nazionale con cui il Fondo ambientale italiano promuove il finanziamento di chiese, palazzi, masserie ed altri luoghi, di rilevanza artistica, che versano tutti negli stessi problemi di degrado ed incuria: i più votati ricevono i finanziamenti utili a realizzarvi i restauri: «Tutti noi auspica Don Mimmo - votando in massa, potremmo provare a fare inserire San Domenico nella progettualità del Fai. Per una volta è il suo appello -, facciamo squadra nell'interesse di tutti, creiamo una catena di consenso ed ununanime convergenza dei voti, per realizzare un progetto cittadino che porti al recupero di un bene, praticamente abbandonato al suo destino e mai a disposizione di tutta la collettività». Questa è la pagina per votare.

Continua a leggere
Altri Luoghi del Cuore Vicini
Vedi tutti i luoghi in provincia di BARLETTA ANDRIA TRANI
-
Voti Totali
-
Voti Online
Segnala ad un amico
Aggiungilo alla tua
mappa delle Emozioni

Scheda completa
al 100%

Dettagli Luogo
Comune
Trani
Provincia
BT
Regione
Puglia
Tipologia
CHIESA