CERTOSA DI CALCI

Calci (PI)

-
Voti
Aggiungilo alla tua
mappa delle Emozioni

Scheda completa
al 100%

Dettagli Luogo
Comune
Calci
Provincia
PI
Regione
Toscana
Tipologia
MONASTERO

La Certosa di Pisa in Calci, fondata nel 1366 nel verde della Val Graziosa, è uno dei monasteri certosini più importanti d’Italia, oltre ad essere un complesso monumentale di grandissima rilevanza. La collocazione appartata ne consentiva l’isolamento dal resto del mondo imposto dalla Regola dell’Ordine Certosino, fondato da San Bruno nel 1084. L’austera Certosa primitiva, dopo la santificazione di Bruno (1623) - come successe a molte altre certose d’Europa - fu profondamente rinnovata e trasformata nella magnifica residenza barocca che oggi ammiriamo: ricca di affreschi, marmi sontuosi, delicati stucchi ed arredi preziosi. I principali artefici del cambiamento promosso dall’instancabile attività del Priore Giuseppe Alfonso Maggi, furono l’ingegner pisano Nicola Stassi e il pittore fiorentino Pietro Giarrè. Accanto a questi protagonisti operarono altri artisti e un’ampia schiera di valenti artigiani come Cassio Natili e Pasquale Cioffo. Infine, allo scadere del secolo, fu compiuta l’ultima impresa pittorica di rilievo per mano del livornese Giuseppe Maria Terreni, artefice della Cappella del Rosario (1792) e dell’attigua Capella di San Giuseppe. Per la prima, di grande eleganza compositiva, il Terreni fornì anche la pala d’altare con la Madonna del Rosario fra San Domenico e la Beata Rosellina. Nell’autunno del 2009, nella Cappella del Rosario, a seguito degli stagionali acquazzoni e nubifragi (dopo circa cinque anni di assenza di interventi seguiti alla mancanza degli annuali finanziamenti statali destinati per lo più alla revisione delle coperture della Certosa) sulla volta e lungo le pareti, sotto le finestre, si manifestarono vistose macchie di umidità. In breve tempo su questa superficie, che fino ad allora aveva conservato la freschezza delle pennellate, delle cromie originarie e dei raffinati stilemi neoclassici affrescati da Giuseppe Maria Terreni, comparvero maculature causate dall’umidità e diffusi sollevamenti di pellicole affrescate e rigonfiamenti di intonaci. L’assenza di interventi di messa in sicurezza di questa cappella e il ripetersi di stagionali acquazzoni mettono a gravissimo rischio conservativo questo capolavoro artistico del Settecento italiano. Fortunatamente la popolazione si è mossa attivamente a favore di questo bene, procurandogli ben 92.259 voti al censimento 2014, che gli sono valsi un secondo posto in classifica e un intervento da parte del FAI.

Continua a leggere
Altri Luoghi del Cuore Vicini
-
Voti
Aggiungilo alla tua
mappa delle Emozioni

Scheda completa
al 100%

Dettagli Luogo
Comune
Calci
Provincia
PI
Regione
Toscana
Tipologia
MONASTERO