Luoghi Salvati

CERTOSA DI CALCI

CALCI (PI)

-
Voti Totali
-
Voti Online
Completa Informazioni
Segnala Duplicato

Scheda completa al 100%

Dettagli Luogo
Comune
CALCI
Provincia
PI
Regione
Toscana
Tipologia
MONASTERO

La Certosa di Pisa in Calci, fondata nel 1366 nel verde della Val Graziosa, è uno dei monasteri certosini più importanti d’Italia, oltre ad essere un complesso monumentale di grandissima rilevanza. La collocazione appartata ne consentiva l’isolamento dal resto del mondo imposto dalla Regola dell’Ordine Certosino, fondato da San Bruno nel 1084. Dopo la santificazione di Bruno (1623) - come successe a molte altre certose d’Europa – la Certosa di Calci fu profondamente rinnovata e trasformata nella magnifica residenza barocca che oggi ammiriamo: ricca di affreschi, marmi sontuosi, delicati stucchi ed arredi preziosi. I principali artefici del cambiamento promosso dall’instancabile attività del Priore Giuseppe Alfonso Maggi, furono l’ingegner pisano Nicola Stassi e il pittore fiorentino Pietro Giarrè. Accanto a questi protagonisti operarono altri artisti e un’ampia schiera di valenti artigiani come Cassio Natili e Pasquale Cioffo. Dei tre chiostri presenti nella Certosa, il più antico è il Chiostro del Capitolo: fu costruito intorno al 1471 da Lorenzo di Salvatore di Settignano, a cui si devono anche le due finestre a croce che si aprono nella parete della Cappella del Colloquio; nel 1608 fu dotato, al centro dello spazio claustrale, del pozzo di forma ottagonale con un architrave retto da due colonne e sormontato da una croce, opera del carrarino Orazio Bergamini. Grazie alle 92.259 persone che nel 2014 hanno votato la Certosa al censimento I Luoghi del Cuore, il bene ha beneficiato di un contributo di 50.000 euro che ha permesso il recupero del Chiostro del Capitolo e il ritrovamento, sotto alcuni strati di coloriture, di quanto resta degli affreschi che decoravano la perduta Cappella della Annunziata. Realizzata agli inizi del Settecento nel braccio sud del chiostro quest'ultima venne decorata, fra il 1773 e il 1775 dal fiorentino Pietro Giarrè: egli realizzò cinque figure di profeti a chiaroscuro, di cui oggi restano solo le due raffiguranti i profeti Isaia e Daniele, angeli nelle volte e una elegante decorazione rocaille su fondo rosa sulle pareti. Grazie all’intervento I Luoghi del Cuore è stato possibile recuperare i dipinti al di sotto dello scialbo ed effettuare altri lavori di consolidamento e stuccatura, soprattutto delle volte dove maggiore era il degrado, restituendo l’intero chiostro a una lettura che ha messo in evidenza l’eleganza della sua architettura.

Continua a leggere
Altri Luoghi del Cuore Vicini
Vedi tutti i luoghi in provincia di PISA
News del Luogo

Conclusi i restauri alla Certosa di Calci, Pisa

17.01.2018Leggi tutto

Al via l’intervento di restauro delle pareti affrescate e delle colonne del Chiostro del Capitolo della Certosa di Calci (PI)

29.05.2017Leggi tutto

Certosa di Calci: primo bando per il recupero del gioiello toscano

01.02.2016Leggi tutto
-
Voti Totali
-
Voti Online
Completa Informazioni
Segnala Duplicato

Scheda completa al 100%

Dettagli Luogo
Comune
CALCI
Provincia
PI
Regione
Toscana
Tipologia
MONASTERO