I luoghi del cuore aperti per le scuole

12.11.2015

Da lunedì 16 a sabato 21 novembre tornano le “Mattinate FAI per le scuole”, il progetto nazionale del FAI realizzato in collaborazione con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, che invita gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a scoprire il patrimonio storico-artistico delle loro città.

Grazie alle Delegazioni del FAI la quarta edizione aprirà alle scuole, con visite gratuite, 122 luoghi in 95 città d’Italia: un grande risultato arricchito ulteriormente dalla presenza di alcuni luoghi del cuore segnalati al censimento dei beni italiani da non dimenticare promosso dal FAI e Intesa Sanpaolo. Saranno, infatti, visitabili:

la splendida Certosa di Calci a Pisa, uno dei monasteri certosini più importanti d’Italia, classificatasi al secondo posto tra i luoghi più votati nel 2014 con oltre 90.000 segnalazioni raccolte.
la Cattedrale di Viterbo, luogo del cuore segnalato al censimento 2010 dove è in corso un intervento del FAI per il restauro della Cappella Santi Giacomo e Cristoforo che custodisce uno dei rari esempi di affresco raffigurante Santa Rosa (XVIII secolo).
il Museo Borsalino, ad Alessandria, quarto classificato con oltre 40.000 voti al censimento 2014. L’istituzione, omaggio alla sapiente arte manifatturiera dello stabilimento che dal 1857 produce i famosi copricapo, sarà parte di un percorso cittadino.
il Bastione degli Infetti, luogo del cuore di Catania che ha raccolto al censimento 2014 10.100 voti, così chiamato perché negli anni tra il 1575 e il 1578 vi furono ricoverati i malati per una epidemia di peste.


Le “Mattinate FAI per le scuole” sono un appuntamento importante per sensibilizzare i più giovani alla conoscenza e alla cura del nostro patrimonio d’arte e natura attraverso un percorso formativo che prosegue al di fuori dell’aula scolastica: protagonisti della manifestazione sono, infatti, gli Apprendisti Ciceroni®, studenti, ormai diventati oltre 30.000 in tutta Italia, che si preparano in classe durante l’anno su un bene culturale o paesaggistico del loro territorio per poi raccontarlo al pubblico facendo loro stessi da ‘ciceroni’. Giovani che fanno, quindi, un’esperienza di cittadinanza attiva mostrando in prima persona, ad altri studenti, le bellezze del nostro Paese, in perfetta sintonia con lo spirito del Censimento I Luoghi del Cuore che invita tutti ad attivarsi in prima persona, coinvolgendo i propri concittadini, per salvare beni comuni a cui ci si sente legati.

Scopri qui tutti i beni aperti dalle “Mattinate FAI per le scuole”!