I Luoghi del Cuore aperti per le scuole

24.11.2017

Da lunedì 27 novembre a sabato 2 dicembre tornano le Mattinate FAI d’Inverno grande evento nazionale del FAI – Fondo Ambiente Italiano dedicato al mondo della scuola che invita gli  studenti a mettersi in gioco in prima persona per scoprire le loro città da protagonisti.  

La Fondazione invita infatti gli studenti delle scuole di ogni ordine e grado a conoscere il patrimonio storico-artistico del loro territorio, accompagnati da altri studenti, gli Apprendisti Ciceroni, giovani appositamente preparati che, indossati i panni di narratori d'eccezione, racconteranno alle classi in visita il valore di questi beni e le storie che custodiscono.

Grazie alle Delegazioni FAI attive su tutto il territorio nazionale saranno aperti, gratuitamente e in esclusiva, più di 170 meravigliosi tesori, poco conosciuti e spesso chiusi al pubblico, in oltre 100 città d’Italia. Gli studenti avranno così l’occasione di partecipare a visite guidate condotte da loro coetanei e di vivere un’insolita esperienza di “educazione tra pari”. 

Un grande risultato arricchito ulteriormente dalla presenza da nord a sud di alcuni Luoghi del Cuore segnalati nelle varie edizioni del censimento. 

Saranno, infatti, visitabili:

• Il Foro Boario di Forlì, luogo del cuore per 6.664 persone che lo hanno votato all’ultimo censimento, negli anni 50 è stato uno dei più grandi mercati di bestiame d’Italia.  Grazie al risultato raggiunto il bene ha potuto partecipare alle Linee Guida  ottenendo un contributo di 25.000 euro  per la riqualificazione del parco.

• L’Archivio storico dell’Ospedale Maggiore di Milano, 69° classificato all’ultimo censimento con  4.890 voti, è una delle istituzioni civiche più antiche di Milano: un tesoro, i cui primi documenti risalgono al 1067, fatto di mappe, testamenti, libri d’epoca per un totale di 3 km di scaffali, ma anche antichi strumenti medici e una straordinaria quadreria dei benefattori.

• La Chiesa di San Filippo Neri a Fermo, uno degli edifici più interessanti delle Marche per la ricchezza e la varietà della decorazione plastica, realizzata a stucco, e per i raffinati altari in scagliola, di altissima qualità. La chiesa, 5° classificata nel 2010 con 12.849 voti ha ottenuto un contributo I Luoghi del Cuore di 20.000 euro che hanno permesso di  restaurare il portale barocco e la tela San Filippo consegna le regole a Francesco di Sales.

• La Cittadella di Alessandria, al 1° posto nella classifica del sesto censimento con 53.953 voti è uno dei più grandiosi esempi di fortificazione settecentesca in Europa tuttora esistenti. Il FAI e Intesa Sanpaolo hanno stanziato un contributo di 50.000 euro per intervenire sull’eradicazione dell’ailanto, una pianta altamente infestante. L’intervento, concluso nel 2016, ha permesso di rimuovere l’ailanto dai tetti e dai prospetti di alcuni edifici della fortezza.

• L’Anfiteatro Augusteo di Lucera, uno dei più grandi del Sud Italia, è il 10° classificato al censimento 2016 con 23.619 voti. Grazie al risultato raggiunto il bene ha potuto partecipare alle Linee Guida  ottenendo un contributo di 27.000 euro che consentirà di migliorare la fruibilità del monumento grazie alla realizzazione di un percorso di visita guidato con pannelli esplicativi, segnaletica, sedute, isole ecologiche e portabici.

• Il Giardino Botanico di Agrigento, luogo del cuore per 3.911 persone che lo hanno votato al censimento 2016, rappresenta una sorta di “museo a cielo aperto”: sono presenti infatti circa ventimila  piante riferibili ad oltre 300 colture ed essenze diverse,  espressioni tipiche della macchia mediterranea. 

 

Per informazioni sui beni aperti e per le prenotazioni delle visite consultare il sito internet www.mattinatefai.it