Nuovo splendore per il luogo del cuore di Lucca

07.07.2014

I cittadini che nella V edizione del Censimento I Luoghi del Cuore hanno raccolto 19.238 voti per la Chiesa di Santa Caterina a Lucca saranno entusiasti. Sabato 5 luglio è stata, infatti, inaugurata la rinascita di questo luogo del cuore che grazie alla conclusione dei lavori di restauro è stato riconsegnato alla città e riaperto alle visite e alle iniziative culturali.

Il restauro

Il restauro dell’edificio, il più significativo esempio di edilizia religiosa barocca a Lucca realizzato nel 1738 dall’architetto Francesco Pini e decorato da Bartolomeo de’ Santi e Lorenzo Castellotti, ha avuto come obiettivo il consolidamento strutturale e il recupero dell’efficienza delle strutture originarie, il restauro delle superfici dipinte e decorative interne ed esterne, e gli interventi di conservazione degli intonaci esterni. Essendo la Chiesa collocata vicino a uno degli ingressi alla città murata, si è scelto di considerare come parte integrante dell’intervento la piena fruibilità del monumento, così da consentire l’accessibilità anche dei luoghi più segreti e intatti della struttura: in questo modo si potrà, infatti, osservare da una prossimità emozionante l’affresco sospeso “Gloria di Santa Caterina”. Un intervento, dunque, di tutela, valorizzazione e sensibilizzazione sul valore del bene architettonico e sulle tecniche costruttive storiche.

Una sinergia efficace

Sono durati 18 mesi i lavori di consolidamento e restauro per un importo totale di 800.000 euro, interamente finanziato dal Ministero dei Beni e delle attività culturali e del turismo, appaltati dalla Direzione Regionale per i Beni Culturali e Paesaggistici della Toscana, e curati per la progettazione e direzione dei lavori dalla Soprintendenza BAPSAE di Lucca e Massa Carrara, sotto la guida dell’architetto Giuseppe Stolfi. Una sinergia efficace resa possibile dall’attenzione che il Censimento promosso dal FAI in collaborazione con Intesa Sanpaolo ha acceso sulla Chiesa di Santa Caterina, terza classificata per numero di voti raccolti e quindi destinataria di un intervento della Fondazione.

L’intervento del FAI

Il FAI e Intesa Sanpaolo integrano l’intervento della Soprintendenza con il restauro dell’organo settecentesco, che partirà a breve e sarà realizzato da Glauco Ghilardi. L'intervento di restauro prevede innanzitutto lo smontaggio dell'organo, che registra un massiccio attacco di insetti xylofagi ai somieri, ai mantici, ai portavento e a tutte le canne lignee. Lo strumento verrà trasportato in laboratorio dove verranno effettuati i lavori di pulitura e consolidamento della cassa contenitiva.

Eventi

Ecco i prossimi appuntamenti da segnarsi in agenda per festeggiare insieme il nuovo splendore della Chiesa di Santa Caterina:

  • martedì 8 luglio, ore 9.30: presentazione del restauro presso l’Auditorium di San Romano.
  • mercoledì 9 luglio: visite guidate alla Chiesa e spettacolo “Dittico sacro”, opera site specific commissionata a un giovane e promettente compositore. Un evento culturale contemporaneo che conferma la volontà di garantire vita all’edificio mediante usi consoni, auspicando la più ampia fruizione per attività culturali a garanzia della conservazione stessa.