Stravince l’Italia più bella!

18.02.2015

Tifa per l’Italia che ami: l’invito lanciato dalla VII edizione de I Luoghi del Cuore, il Censimento dei luoghi italiani da non dimenticare promosso dal FAI e da Intesa Sanpaolo, è stato raccolto con grande entusiasmo dai cittadini. Sono, infatti, 1.658.701 i voti raccolti: un risultato straordinario che dimostra come il censimento promosso dal FAI, nei suoi dieci anni di vista, si sia radicato nel sentire degli italiani come un concreto strumento di sensibilizzazione in favore del nostro patrimonio culturale e ambientale.

Un successo senza precedenti reso possibile da una mobilitazione di massa. Significativa è, infatti, la crescita della partecipazione organizzata da parte di associazioni, gruppi e comitati spontanei che spesso nascono proprio in funzione del censimento: basti pensare che nel 2012 esistevano 51 gruppi e nel 2014 si è passati a 276 e che nel 2003 i luoghi con almeno 1.000 voti erano solo 2 e quest’anno ben 258.

Ecco i luoghi più votati:

1. Convento dei Frati Cappuccini – Monterosso al Mare (SP)

110.341 voti

Il luogo del cuore delle Cinque Terre, costruito dai religiosi a partire dal 1619 e danneggiato dalle alluvioni del 2013, ha raccolto moltissime segnalazioni. Le firme sono, infatti, diventate il simbolo di un'azione virtuosa a favore delle terre colpite da dissesto idrogeologico.

2. Certosa di Calci - Calci (PI)

92.259 voti

Grande la mobilitazione anche per uno dei monasteri certosini più importanti d'Italia, che risale al 1366. E' recente la bella notizia che annuncia un importante finanziamento dal MiBACT per intervenire sulle coperture della Certosa e bloccare le infiltrazioni.

3. Castello di Calatubo – Alcamo (TP)

71.967 voti

Il grande complesso architettonico su uno sperone roccioso, dalle origini antichissime, si aggiudica il terzo posto nella classifica definitiva de I Luoghi del Cuore. Tanti gli abitanti del luogo che sognano un futuro per questo castello che versa, al momento, in condizioni di grave degrado.

Vincitori della sezione speciale Expo 2015 – Nutrire il pianeta, dedicata ai luoghi legati alla produzione e trasformazione alimentare, sono le Saline e la Laguna lo Stagnone, a Marsala (TP) con 14.764 voti: caratterizzato dalla presenza di vasche artificiali per l’estrazione del sale, questo luogo dalla straordinaria bellezza presenta anche delle situazioni critiche che le segnalazioni intendono sottolineare.

Sono tanti, infatti, i casi in cui i voti raccolti al Censimento evidenziano tematiche di maggior respiro come la necessità di ripensare la gestione dei grandi complessi monastici, l’abbandono delle aree agricole o l’urgenza di tutelare e valorizzare le aree archeologiche: un tifo e una passione che si è, dunque, concentrata sul futuro dell’Italia, con la consapevolezza di vivere in un Paese dal patrimonio culturale, storico e paesaggistico unico al mondo ma troppo spesso in pericolo, custode della nostra identità e, allo stesso tempo, opportunità di valorizzazione e sviluppo turistico ed economico.

Nei prossimi mesi si aprirà una nuova importante fase per I Luoghi del Cuore: i primi tre classificati e il vincitore della sezione speciale Expo 2015 – Nutrire il pianeta riceveranno un contributo a fronte della presentazione di un progetto da concordare, e i luoghi con almeno 1.000 voti potranno candidare specifiche richieste attraverso le Linee Guida per la definizione degli interventi che saranno lanciate a inizio marzo.