Svolta per il Monastero degli Zoccolanti

22.12.2015

Buone speranze per il Monastero degli Zoccolanti, a Corridonia (Macerata). A un anno dalla mobilitazione dei cittadini tramite il censimento I Luoghi del Cuore, il complesso monumentale cinquecentesco è stato, infatti, inserito in cima alla lista dei beni culturali che potrebbero ricevere un intervento di recupero grazie ai finanziamenti concessi dal ministero alla Regione Marche per la programmazione 2016 – 2018.

In tanti per la sua rinascita

Segnalato da tantissimi cittadini alla 6° edizione del censimento, il Monastero degli Zoccolanti è davvero un luogo del cuore. Le oltre 11.000 firme raccolte, grazie all’impegno del comitato di tutela e della Condotta Slow-Food di Corridonia, hanno reso questo bene il più votato nelle Marche. Lo stesso Vittorio Sgarbi si è pronunciato più volte a difesa del cinquecentesco convento in particolar modo in riferimento alla recente polemica sull’installazione, nelle vicinanze del convento, di un’enorme antenna telefonica.

Uno dei monasteri più importanti delle Marche

Il convento di Santa Maria dei Monti è detto anche ‘degli Zoccolanti’ per il rumore creato sul selciato delle strade dagli zoccoli indossati dai frati francescani durante le processioni. Costruito nel 1510 divenne presto uno dei monasteri più importanti della zona: qui ebbe, infatti, sede la prima università religiosa della Marche, e qui, fino alla fine del Seicento, furono ospitati studenti e illustri personaggi del mondo culturale, religioso e politico. Il decreto napoleonico del 1810 sulla soppressione degli ordini monastici sancì l’inizio del declino di questo luogo che fu, nei decenni successivi, caserma di militari, lazzaretto e centro profughi, fino al completo abbandono.

Uno spiraglio per il suo futuro

"Siamo felici – ha dichiarato Alessandra Stipa, Presidente Regionale FAI delle Marche - che la ricerca di un momento di incontro e riflessione, voluto dal FAI, abbia contribuito a produrre intenti comuni e convergenze delle istituzioni e che la Soprintendenza abbia risposto favorevolmente". Uno spiraglio, quindi, per questo luogo del cuore nella speranza che venga presto ristrutturato e reso fruibile, come chiesto da tempo dai cittadini.