Un nuovo belvedere per la Scala dei Turchi

14.06.2016

Grazie a “I Luoghi del Cuore” è stato possibile restituire dignità allo straordinario sperone di marna bianca modellato dall’erosione del vento e del mare della Scala dei Turchi, uno dei paesaggi più suggestivi della costa agrigentina. Dopo l’abbattimento nel giugno 2013, dello scheletro di cemento che dagli anni Ottanta ne deturpava la spiaggia – a seguito di da una lunga battaglia legale alla quale ha preso parte anche il FAI -, grazie alla convenzione siglata nel 2015 tra il FAI e il Comune di Realmonte nell’ottobre scorso è stato demolito un ulteriore fabbricato abusivo costruito in ferro ed eternit che da tempo deturpava significativamente la scogliera con un forte impatto visivo per i visitatori che dall’alto della Scala dei Turchi potevano osservare tutta la Costabianca. La demolizione è stata resa possibile dal contributo di 20.000 euro messo a disposizione daFAI Intesa Sanpaolo nell’ambito del censimento “I Luoghi del Cuore” in cooperazione con il Comune. Un intervento minimale, volutamente non impattante, sia per preservare il valore paesaggistico sia per la delicatezza geologica dello sperone. 

Alla bonifica dell’area è seguito il recupero, con la posa di una staccionata in legno non solo dal lato del mare ma anche verso la strada, in modo da permettere il solo accesso pedonale. Alcune panchine renderanno più fruibile l’area di sosta all’ombra di alcune piante autoctone, in particolare pini e fichi d’India, piantumati sulla terrazza. Un pannello didattico dedicato alle peculiarità geologiche e storiche – antiche e recenti - della Scala dei Turchi racconta il significato di questo intervento, che ha ripristinato la legalità ha consentito di recuperare la bellezza di questo paesaggio, assicurando la pubblica fruizione dell’area. Una risposta concreta a tutti i cittadini che con impegno e passione hanno segnalato la spiaggia in occasione della settima edizione del censimento del FAI.
A testimoniare la perfetta sinergia tra il FAI e le istituzioni locali all’inaugurazione hanno preso parte il Sindaco di Realmonte Calogero, il Prefetto di Agrigento Nicola Diomede, la Presidente Regionale FAI Giulia Miloro, il Capo Delegazione FAI di Agrigento Giuseppe Taibi.

Guarda qui la gallery che racconta come il FAI ha trasformato questo territorio