Valle Cannobina, alla scoperta di un luogo del cuore

03.06.2014

Il paesaggio, testimone di storia e cultura. Cinque proposte per scoprire, col FAI, i valori e la bellezza del Paesaggio: questo il tema dell’evento che si terrà domenica 8 giugno a Cursolo Orasso, antico borgo nella Valle Cannobina, suggestiva comunità montana nell’entroterra del Lago Maggiore, organizzato dalla Delegazione di Verbano Cusio Ossola in collaborazione con il Comune. Qui si trova l’Oratorio del Sasso, bene segnalato alla VI edizione del Censimento I Luoghi del Cuore e selezionato per ricevere un intervento dal FAI sulla base delle Linee Guida.

Una giornata nella Valle Cannobina

Tanti gli eventi che animeranno la giornata: da una passeggiata in Valle Cannobina alla scoperta del geoparco alla visita alla Casa degli Apoidei, da approfondimenti sugli interventi di restauro all’Oratorio del Sasso a incontri sulla ‘Borromea’, mulattiera nota tra gli escursionisti e gli amanti della natura, da una visita guidata negli orti e nel borgo antico al concerto serale in compagnia del GOST (Gori – Oglina – Seminara Trio), flauto, clarinetto e chitarra.

L’Oratorio del Sasso

Nato inizialmente come semplice cappella edificata nel XV secolo e poi ampliato ad Oratorio su direttiva di San Carlo Borromeo nel 1574, l’Oratorio del Sasso ha ricevuto nel Censimento 2012 5.751 voti ed è stato selezionato per ricevere un intervento del FAI alle Linee Guida per la definizione degli interventi, proposte nel 2013 in collaborazione con il Ministero dei Beni e delle Attività Culturali e del Turismo per i beni che alla VI edizione del Censimento avevano raccolto almeno 1.000 segnalazioni. Interamente in pietra e inserito in un contesto paesaggistico e naturalistico ancora intatto, l’Oratorio, vincolato dalla Soprintendenza per il Patrimonio Storico, Artistico ed Etno-Antropologico del Piemonte, conserva un apparato decorativo di pregio caratterizzato da affreschi cinque e secenteschi, tra i quali spicca la Madonna sul Sagrato. L’intervento del FAI e di Intesa Sanpaolo sarà preliminare al recupero degli affreschi, un primo passo fondamentale per l’avvio del recupero artistico e architettonico ma anche un ‘cantiere pilota’ per reperire ulteriori fondi per il restauro complessivo del bene.

Leggi il programma dettagliato escopri tutti gli interventi approvati nel 2012